«Tempi felici, anche se rari, sono quelli in cui è lecito pensare ciò che si vuole ed esprimere ciò che si pensa».

(Publio Cornelio Tacito)

Parlavamo ieri di rispetto
Riguardo
Attenzione
Dignità
Sincerità
Lealtà
Coerenza
Disciplina
Verità
Diritti
Decoro
Ci siamo stretti intorno a concetti sbiaditi
Ignorati
Qualche volta vilipesi
Dalla realtà di questo tempo
Retorica anticaglia
Ripescata da un vecchio scaffale
In un dizionario
Sgualcito
Che usavamo ai tempi delle medie
Li abbiamo recitati poi
Uno ad uno
Sul palcoscenico
Delle nostre coscienze
Come fosse un canto di speranza
Con tutta la voglia di farli rinascere
Rivivere
Sbocciare
Come i fiori ai primi accenni di primavera
E farli scoppiare come i colori alla soglia del giorno
Accarezzati da un lieve sospiro del vento
In un tripudio di gioia e passione
Un sogno di nuova alba
E un risveglio
Insieme alle gocce limpide di rugiada
Che di primo mattino evaporano dai prati
Al primo tepore di sole
E si portano in cielo
Il bagliore trasparente
Di quel divino raggio di luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione per una miglior navigazione sul sito. Cliccando su "Accetto" o scorrendo la pagina, acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni sui cookie, consulta le impostazioni.